Nel 2013 morto 1 migrante ogni 60 sbarcati in Italia

This post is also avai­la­ble in: Inglese

Nel 2013, tra gen­na­io e otto­bre, è mor­to 1 migran­te ogni 60 sbar­ca­ti in Italia.  La dimen­sio­ne di que­sto feno­me­no, che in Dataninja seguia­mo ormai da due anni — e stia­mo con­ti­nuan­do a segui­re nell’ambito di un pro­get­to d’inchiesta euro­peo — ci lascia sem­pre più a boc­ca aper­ta. In que­sto caso per cal­co­la­re que­sta media, abbia­mo con­fron­ta­to i dati su mor­ti e disper­si del 2013 (basan­do­ci sem­pre sul­la impa­reg­gia­bi­le risor­sa che è Fortress Europe di Gabriele Del Grande) mes­si a con­fron­to con i dati del Ministero dell’Interno (que­sti ulti­mi pur­trop­po sia­mo riu­sci­ti ad aver­li sono in for­ma­to car­ta­ceo).

Il caso vuo­le che anche The Guardian — for­se il gior­na­le più osan­na­to al mon­do insie­me al New York Times — abbia dedi­ca­to una sezio­ne spe­ci­fi­ca al tema dei migran­ti, chia­man­do­la pro­prio “Fortress Europe”. Qui rac­co­glie infor­ma­zio­ni, arti­co­li e inchie­ste dedi­ca­te a que­sto argo­men­to. Evidentemente que­sto feno­me­no è visto con gran­de atten­zio­ne anche all’estero (anzi, direi soprat­tut­to all’estero).

Tornando ai dati, abbia­mo costrui­to una map­pa inte­rat­ti­va mol­to sem­pli­ce, simi­le a quel­la che ha pub­bli­ca­to Le Monde con i nostri dati. Nella nostra map­pa, dispo­ni­bi­le qui in bas­so, visua­liz­zia­mo entram­bi i feno­me­ni: i mar­kers in gial­lo indi­ca­no i sin­go­li sbar­chi, che inte­res­sa­no pre­va­len­te­men­te la Sicilia (oltre 30mila migran­ti sbar­ca­ti nel 2013) e in buo­na par­te anche il sud del­la Calabria (oltre 3mila). In ros­so inve­ce visua­liz­zia­mo i nau­fra­gi che si sono veri­fi­ca­ti nel­lo stes­so perio­do e sul­le stes­se rot­te (chia­ra­men­te spic­ca la tra­ge­dia di Lampedusa del­lo scor­so otto­bre 2013).

Lampedusa è la tomba dei migran­ti, non c’è alcun dub­bio: e le due rot­te che la col­le­ga­no con Tripoli (Libia) e Sfax / Kerkennah (in Tunisia) sono un cimi­te­ro sot­to­ma­ri­no di que­ste deci­ne di miglia­ia di mor­ti scom­par­si nel­le onde negli ulti­mi decen­ni. Siamo rima­sti col­pi­ti anche da un nau­frau­gio avve­nu­to mol­to lon­ta­no, in Egitto (è visi­bi­le in bas­so a destra sul­la map­pa). Un’imbarcazione par­ti­va da Alessandria d’Egitto per rag­giun­ge­re l’Europa. Non sap­pia­mo con asso­lu­ta cer­tez­za se fos­se­ro diret­ti in Sicilia, ma per fare un ten­ta­ti­vo ho cal­co­la­to la distan­za in linea d’aria tra Alexandria d’Egitto e Siracusa: sono 1496,14 chi­lo­me­tri, che i migran­ti pen­sa­va­no di per­cor­re­re via mare su un bar­co­ne (più info qui).

Dopo la map­pa, in fon­do è pre­sen­te anche una tabel­la per effet­tua­re del­le ricer­che. Chi è inte­res­sa­to, può inse­ri­re il nome del pro­prio Comune di inte­res­se e visua­liz­za­re quan­ti sbar­chi sono avve­nu­ti sul­le sue coste.

Nota meto­do­lo­gi­ca: pur­trop­po non sia­mo anco­ra sta­ti in gra­do di recu­pe­ra­re i dati com­ples­si­vi del 2013 e ci stia­mo lavo­ran­do. I dati qui ana­liz­za­ti si rife­ri­sco­no al perio­do gen­na­io-otto­bre 2013. La map­pa inte­rat­ti­va è sta­ta rea­liz­za­ta con CartoDB, men­tre i gra­fi­ci sono sta­ti rea­liz­za­ti con Datawrapper.

Andrea Nelson Mauro

Data journalist at Dataninja.it
Andrea Nelson Mauro, data jour­na­list. Vincitore dei Data Journalism Awards e dell'European Press Prize. For­mato nella cro­naca locale, fondatore di Dataninja.it, Datamediahub.it, Confiscatibene.it. Collabora con gruppi editoriali in Italia e all'estero, agenzie di data journalism in Europa, NGOs e Pubbliche Amministrazioni italiane. Folk della com­mu­nity SpaghettiOpenData.org e OpenDataSicilia.it
Alessio Cimarelli

Alessio Cimarelli

Data scientist at Dataninja
Sono giornalista free-lance, data scientist e sviluppatore web. Dopo la lau­rea in fisica all’Università Sapienza di Roma, ho con­se­guito il master in Comunicazione della Scienza alla SISSA di Trieste e ho comin­ciato a girare l’Italia, tra gior­na­li­, uffici stampa e ricerca pura. Sono co-fondatore di dataninja.it e datamediahub.it e attualmente collaboro con varie testate ita­liane (Wired, L'Espresso, Secolo XIX) e alcune agen­zie edi­to­riali in ambito di data jour­na­lism e svi­luppo web. Sono mem­bro della comu­nità Spaghetti Open Data e ormai scrivo quasi più in java­script e python che in ita­liano o inglese.
Alessio Cimarelli