Facebook e Twitter: quali sono i siti e gli argomenti più condivisi

Stuzzicato dal Giornalaio, ho pro­va­to a visua­liz­za­re i dati sugli arti­co­li più con­di­vi­si degli ulti­mi dodi­ci mesi (qua­si 250) secon­do le rile­va­zio­ni di Human Highway sul­le prin­ci­pa­li testa­te onli­ne (Repubblica​.it, Corriere​.it, etc…). Li ho clas­si­fi­ca­ti per argo­men­to, ho fat­to una pic­co­la time­li­ne con i perio­di nei qua­li si è veri­fi­ca­to il nume­ro mag­gio­re di con­di­vi­sio­ni, e infi­ne ho fat­to una tag cloud del­le paro­le uti­liz­za­te nei tito­li. Il mas­si­mo che mi era pos­si­bi­le, con­si­de­ra­to il perio­do di feste. 🙂

Nell’inspiegabile assen­za di sta­ti­sti­che uffi­cia­li di que­sto gene­re, sareb­be sta­to inte­res­san­te sud­di­vi­de­re le con­di­vi­sio­ni per tipo di con­te­nu­to (testo, video, foto…) e per qua­li­tà dell’articolo (d’autore o sem­pli­ce­men­te reda­zio­na­le). Alcuni spun­ti inte­res­san­ti ven­go­no comun­que fuo­ri: chi sape­va che ilfat​to​quo​ti​dia​no​.it fos­se il ter­zo sito ita­lia­no per con­di­vi­sio­ni? Chi ave­va nota­to che il Corriere (in pro­por­zio­ne) va meglio su Twitter che su Facebook? A segui­re tut­ti i charts di det­ta­glio.

P.s.: ovvia­men­te sono gra­di­tis­si­mi i com­men­ti e soprat­tut­to con­clu­sio­ni cri­ti­che sul tipo di gra­fi­ci usa­ti, il meto­do, etc…

Updateho scrit­to un pic­co­lo how-to per spie­ga­re meglio cosa ho fat­to.

Andrea Nelson Mauro

Data journalist at Dataninja.it
Andrea Nelson Mauro, data jour­na­list. Vincitore dei Data Journalism Awards e dell'European Press Prize. For­mato nella cro­naca locale, fondatore di Dataninja.it, Datamediahub.it, Confiscatibene.it. Collabora con gruppi editoriali in Italia e all'estero, agenzie di data journalism in Europa, NGOs e Pubbliche Amministrazioni italiane. Folk della com­mu­nity SpaghettiOpenData.org e OpenDataSicilia.it