Persone e laboratorio, giovani e fuoco, maestro e allievi

Lo scor­so 26 novem­bre il Presidente del­la Repubblica ha con­se­gna­to al Quirinale il Nature Award for Mentoring on Science a tre scien­zia­ti di pri­mis­si­mo pia­no nel pano­ra­ma ita­lia­no: Michela Matteoli (far­ma­co­lo­gia pres­so l’Università di Milano), Vincenzo Balzani (chi­mi­ca pres­so l’Università di Bologna) e Giorgio Parisi (fisi­ca pres­so l’Università Sapienza di Roma).

Al cen­tro del­la ceri­mo­nia e moti­vo del pre­mio c’è il deli­ca­to e pre­zio­so rap­por­to tra mae­stro e allie­vo nell’ambito del­la scien­za. Scienza in Rete ha ripor­ta­to inte­gral­men­te i discor­si dei tre vin­ci­to­ri, che dico­no varie cose, pun­ta­no l’attenzione su diver­si aspet­ti e mostra­no cosa sta loro più a cuo­re secon­do coscien­za ed espe­rien­za.

Per evi­den­zia­re que­sti ele­men­ti e le dif­fe­ren­ze tra i tre, mi è venu­to in men­te che la tag cloud sareb­be sta­ta uno stru­men­to mol­to effi­ca­ce (rea­liz­za­te con Wordle, le tro­va­te in fon­do alla pagi­na). Nel tito­lo del post ci sono le paro­le rispet­ti­va­men­te usa­te di più dai tre: direi che la Matteoli ha pun­ta­to più sul tema ricer­ca scien­ti­fi­ca e ricer­ca­to­ri (labo­ra­to­rio e per­so­ne, ricer­ca, ricer­ca­to­ri), Balzani è sta­to più evo­ca­ti­vo e ha col­to l’aspet­to pas­sio­na­le del­la ricer­ca (gio­va­ni e fuo­co, scien­za, pas­sio­ne, gene­ra­zio­ni), men­tre Parisi è rima­sto più sul pez­zo (mae­stro e allie­vi, pre­mio, fisi­ca).

Naturalmente una visua­liz­za­zio­ne del gene­re dipen­de mol­to anche dal­lo sti­le ora­to­rio e di scrit­tu­ra dell’autore, ma alme­no per­met­te di far­si un’idea dei con­te­nu­ti e del­le dif­fe­ren­ze tra i con­te­nu­ti in un col­po d’occhio.

Alessio Cimarelli

Alessio Cimarelli

Data scientist at Dataninja
Sono giornalista free-lance, data scientist e sviluppatore web. Dopo la lau­rea in fisica all’Università Sapienza di Roma, ho con­se­guito il master in Comunicazione della Scienza alla SISSA di Trieste e ho comin­ciato a girare l’Italia, tra gior­na­li­, uffici stampa e ricerca pura. Sono co-fondatore di dataninja.it e datamediahub.it e attualmente collaboro con varie testate ita­liane (Wired, L'Espresso, Secolo XIX) e alcune agen­zie edi­to­riali in ambito di data jour­na­lism e svi­luppo web. Sono mem­bro della comu­nità Spaghetti Open Data e ormai scrivo quasi più in java­script e python che in ita­liano o inglese.
Alessio Cimarelli